Come creare un sito e-commerce

Canali, Vendere online

Di Lando Barbagli /

illustrazione di Francesco Zorzi

Come creare un sito e-commerce

Bene, hai deciso. È arrivato il momento di trasformare in realtà la tua idea di fare un sito e-commerce per vendere online uno o più prodotti che ti stanno a cuore. Da dove si parte? La strategia da mettere in campo è articolata, e i passaggi che dovrai seguire sono molti. Gestire un negozio online, infatti, parte dalla realizzazione di un sito web performante. E qui, volendo, si apre la strada alla fatidica domanda: quanto costa aprire un e-commerce?

Ma torniamo all’argomento di oggi: creare un e-commerce e aprire un negozio online. Il sito web è l’ambiente online che accoglie i tuoi clienti proprio come se entrassero dalla porta di un negozio fisico: è il luogo dove tu incontri loro e loro incontrano il tuo brand, è uno spazio di dialogo, interazione e ispirazione. 

Abbiamo deciso di dedicare una guida a questo argomento per affiancarti in questa avventura: in questo articolo troverai informazioni utili per realizzare la struttura del tuo sito a livello tecnico, pratico e di contenuti, e vedremo insieme quali elementi non possono assolutamente mancare.  

Come creare un sito e-commerce

Quindi, da dove cominciare? La risposta è molto semplice: dall’inizio, ovvero dagli aspetti tecnici che riguardano la creazione del tuo e-commerce tramite una suite o piattaforma dedicata alla realizzazione di siti web, oppure tramite un cms per e-commerce

Creare un sito e-commerce gratuitamente

Se il tuo shop online non ha esigenze complesse puoi valutare di crearlo con una piattaforma gratuita, come ad esempio:

  • Shopify: piattaforma che nasce appositamente per dare vita a negozi online e che permette di creare cataloghi e schede prodotto in modo pratico e intuitivo. Il punto di forza di Shopify è sicuramente la possibilità di scegliere tra centinaia di template, personalizzando così l’aspetto del tuo sito web. Inoltre, esiste anche l’app con la quale potrai creare, modificare e gestire il tuo e-commerce anche da smartphone e tablet.
  • Jimdo: opzione che consente di creare siti e-commerce gratuiti fino a 500 MB di spazio e 2GB di banda. Per accedere a spazi superiori si può sottoscrivere uno degli abbonamenti di Jimdo.
  • Vidra: ambiente online che nasce in collaborazione con Visa, molto semplice, pratico e intuitivo. Un punto di forza di Vidra sono sicuramente le numerose opzioni di pagamento – da carta di credito al wallet digitale – a disposizione degli utenti. 
  • One Minute Site: piattaforma che permette di creare siti web in autonomia, e fornisce anche l’opzione e-commerce
  • Wix e Blomming: si tratta di due suite simili alla precedente ma non propriamente gratuite, che permettono di realizzare e-commerce con una spesa mensile molto contenuta. 

Realizzare un e-commerce usando un CMS

Se le tue esigenze sono più strutturate e vuoi realizzare un e-commerce più professionale, puoi valutare diinstallare un CMS (Content Management System) che ti permetterà di impostare e gestire i contenuti del tuo sito. 

Il CMS andrà inserito in uno spazio di hosting, che va acquistato separatamente. Le principali opzioni a tua disposizione sono:

  • WordPress: il più celebre CMS open source, viene utilizzato principalmente per creare siti web con template personalizzati e blog. Grazie al plugin WooCommerce, tramite WordPress è possibile realizzare e-commerce ben funzionanti.
  • Joomla: CMS alternativo a WordPress e per certi versi molto più datato, Joomla mette a disposizione l’integrazione Virtuemart per creare shop online.
  • Magento: Content Management System sofisticato, Magento è dedicato nello specifico alla realizzazione di e-commerce. Proprio per questo, per installazione e gestione può essere necessario l’intervento di uno specialista
  • Drupal: altro CMS dedicato alla creazione di shop online, Drupal è molto ricco di funzionalità ma richiede competenze specifiche per l’utilizzo
  • Prestashop: considerato di più semplice utilizzo rispetto ai precedenti, Prestashop è orientato alla realizzazione di negozi online. Il suo punto di forza è sicuramente la community di utenti, molto attiva per risolvere problematiche e condividere interazioni.

Creare un e-commerce con PHP

Se le tue esigenze sono molto specifiche e hai bisogno di funzioni e opzioni molto personalizzate, la scelta più idonea potrebbe essere quella di progettare il tuo e-commerce in PHP, ovvero con un linguaggio di programmazione personalizzato

In questo caso, molto probabilmente, sarà necessario rivolgersi a un professionista del settore, che saprà realizzare un sito e-commerce su misura per te e per le tue necessità. 

Per esempio, potrebbe essere utile contattare un professionista esperto anche in MySQL, sistema di gestione di database relazionali che può essere utile per impostare una struttura e-commerce ben funzionante. 

Quali professionisti è necessario coinvolgere per creare il tuo e-commerce

Se hai competenze in termini di programmazione, comunicazione e marketing parti sicuramente avvantaggiato: il nostro consiglio è comunque di fare riferimento a professionisti del settore, per poter contare su competenze specifiche. 

Per esempio, potrà essere utile affidare parte del lavoro a un webmaster e webdesigner, oppure, come accennato, a un esperto di linguaggio PHP e MySQL.

L’identità visiva del tuo shop online potrà essere realizzata da un visual designer e grafico professionista e per quanto riguarda invece le fotografie dei tuoi prodotti ti suggeriamo di collaborare con un fotografo, che saprà suggerirti i migliori setting e strategie per comunicare al massimo anche dal punto di vista estetico. 

Inoltre, per l’ottimizzazione SEO e il posizionamento su Google del tuo e-commerce, potrà essere necessario fare riferimento a un SEO Specialist, e a un copywriter professionista in grado di creare testi personalizzati, che siano riconoscibili ed efficaci sia per i motori di ricerca, che per i tuoi clienti. 

Quale piattaforma scegliere per il tuo sito e-commerce

Come abbiamo visto, le opzioni a tua disposizione sono svariate, e la migliore è quella che si adatta alle necessità della tua azienda e dei tuoi clienti

Il nostro suggerimento è quindi di valutare con attenzione i bisogni specifici della tua attività considerando con attenzione la mole di ordini che devi gestire, le esigenze a livello logistico, la user experience che vuoi offrire agli utenti, l’interazione che vuoi creare con i prodotti, il sistema di categorie e di creazione di del catalogo. 

Per esempio, una piattaforma come Shopify potrebbe fare al caso tuo se non hai una grossa quantità di merce né di ordini, e se le tue abitudini ti portano a non essere spesso al computer, motivo per cui può farti comodo gestire il negozio anche da smartphone e tablet.

Se stai muovendo i primi passi e conosci già l’ambiente WordPress, questo CMS può poi essere una valida soluzione a cui aggiungere WooCommerce, nel quale troverai l’immediatezza di utilizzo a cui sei già abituato. 

Come abbiamo accennato, Magento e Drupal possono essere buone opzioni se il tuo e-commerce è già avviato e vuoi gestirlo a livello professionale. Scegliere CMS di questo tipo può fare al caso tuo se sei già ferrato sulla mole di prodotti e ordini da gestire, e la struttura della tua attività ti consente di coinvolgere un professionista dedicato appositamente alla gestione del sito. 

Un altro consiglio che vogliamo darti è, in fase iniziale, di non sentire un unico parere, ma rivolgerti a diversi consulenti specializzati in differenti suite e CMS, per capire davvero quale si adatta maggiormente ai tuoi bisogni pratici. 

Un buon modo per renderti conto delle necessità del tuo shop online può essere quello di fare una simulazione dell’esperienza di navigazione, acquisto, spedizione e consultazione del sito: un bravo professionista ti saprà affiancare anche in questo processo.

Quanto costa creare un sito e-commerce

Per rispondere a questa domanda è necessario farsi, innanzitutto, un’altra domanda, ovvero: come hai pensato di organizzare spese e finanze secondo il tuo business plan del tuo e-commerce?

Avrai sicuramente immaginato un investimento iniziale per il sito, e magari ti sei già premurato di contattare specialisti del settore per avere indicazioni e preventivi. 

Quello che possiamo dirti è che non esiste una cifra massima che si può spendere per creare uno shop online: basti pensare che i siti dei grandi e-commerce con circa 10 mila prodotti a catalogo hanno un costo che si aggira tra i 50 e i 60 mila euro.

A dire il vero, non c’è neanche una cifra minima: come abbiamo accennato in precedenza, ci sono diverse opzioni per realizzare il proprio sito anche usando tool gratuiti, ma va comunque conteggiato il budget per coinvolgere poi altri professionisti.  

Quello che possiamo dirti è di conteggiare un investimento iniziale di almeno 2.000 euro: per farti un’idea più precisa potrai consultare gli specialisti con cui desideri collaborare.

Come aprire un e-commerce senza un grosso investimento iniziale?

Se stai muovendo i primi passi nel mondo degli shop online e non vuoi fare il passo più lungo della gamba, puoi valutare di andare per gradi, e iniziare a vendere su marketplace come eBay o Amazon.

Altra possibilità potrebbe essere quella di utilizzare un canale di vendita social come Instagrame, inizialmente, far passare le proprie vendite direttamente dalla piattaforma. 

È necessaria la partita IVA per aprire un sito e-commerce?

Se decidi di aprire un e-commerce proprietario e realizzare quindi il tuo sito web, è necessario che tu abbia una partita iva per gestire il tuo negozio online. In alternativa, puoi decidere di vendere su un marketplace e, inizialmente, aprire un profilo come venditore non professionale.

Quali elementi non possono mancare in un sito e-commerce

Ora che abbiamo compreso meglio quali sono gli elementi da considerare prima di realizzare il sito del tuo shop online, è giunto il momento di valutare quali elementi non possono mancare nel tuo ambiente di vendita.

La presentazione della tua attività

Che sia in home page o in una pagina dedicata, che sia un “about” oppure un “chi siamo”, è fondamentale dedicare una parte del tuo sito alla presentazione della tua attività e dei valori e caratteristiche che contraddistinguono il tuo brand. 

In questa sezione avrai occasione di raccontare come è nata la tua azienda, quali particolarità offri con i tuoi prodotti e, attraverso un percorso di storytelling e narrazione aziendale, potrai coinvolgere i tuoi clienti instaurando con loro un rapporto di fiducia, che troverà riscontro nei testi di tutto il sito, comprese le schede prodotto. 

Il catalogo e le schede prodotto

Il catalogo è il cuore pulsante del tuo sito e-commerce, il luogo dove ogni utente può navigare per scoprire i tuoi prodotti e le tue offerte.

Il catalogo può essere anche scaricabile in pdf, e uno dei suoi punti di forza deve essere l’usabilità: sfogliarlo e scoprirlo deve essere semplice e agevole, i tuoi utenti non devono perdersi in numerose sottopagine, ma sapere sempre in che sezione e categoria si trovano, proprio come se fossero all’interno di un negozio fisico. 

Organizzazione per categorie

Come accennato, l’organizzazione per categorie merceologiche è molto importante per guidare i clienti nel loro percorso di acquisto.

Un’organizzazione per categorie ben strutturata permette ai tuoi acquirenti di avere innanzitutto una panoramica chiara della tuo shop, e poi di muoversi con consapevolezza tra i vari ambienti che lo compongono. 

La lista dei desideri 

Come probabilmente sai anche tu, accade spessissimo che un utente navighi in un e-commerce per guardare quali prodotti propone, per poi valutare l’acquisto in un secondo momento. Ecco perché la lista dei desideri può essere un’opzione molto utile: attraverso un pin i tuoi clienti potranno salvare i prodotti a cui sono interessati, e considerare il loro acquisto senza perderne traccia. 

Il carrello

Il carrello è una sezione di fondamentale importanza: nel momento in cui inizia a riempirsi, i tuoi clienti devono poterlo visitare, modificare e consultare a piacimento.

Infatti, non è detto che un carrello pieno significhi che gli acquisti vengono portati a termine: il tasso di abbandono, infatti, si aggira intorno al 70% e le motivazioni individuate sono diverse, come spese di spedizione troppo elevate, obbligo di aprire un account, processo di pagamento lungo e complesso, errore nel sistema di checkout, eccetera.

La sezione del carrello deve essere quindi il più chiara e performante possibile, così da accompagnare al meglio il tuo pubblico nel concludere con soddisfazione il processo di acquisto. 

I consigli per acquisti di prodotti correlati

Nel momento in cui si visualizza un prodotto o lo si inserisce nel carrello, si possono aggiungere funzioni di suggerimento di prodotti correlati.

Le diciture “potrebbe piacerti anche”, “altri clienti hanno acquistato” oppure “spesso comprati insieme” accompagnano immagini di altre proposte che possono essere combinate con gli acquisti in corso, in modo utile e ispirazionale

Le recensioni dei clienti 

Come diciamo spesso, le recensioni sono un vero e proprio strumento di marketing: ti permettono sia dimisurare la customer satisfaction che di ottenere preziose informazioni sull’andamento della tua attività e sul rapporto che stai instaurando con la tua clientela. 

È nelle parole dei tuoi clienti soddisfatti che trovi la conferma della tua proposta di valore, ed è nei loro feedback che si celano le migliori indicazioni sia per te che per i tuoi clienti futuri.

Anche le recensioni negative hanno un’importanza fondamentale: innanzitutto perché permettono alla tua azienda di migliorare, e inoltre perché consentono un dialogo aperto e trasparente con i clienti, che rimarrà sotto gli occhi di tutti. 

Il modo in cui gestisci eventuali critiche o scontentezze racconta molto sui tuoi valori e sul tipo di esperienza che offri a chi ti sceglie: ricorda, quindi, di rispondere sempre anche ai feedback non positivi.  

Proprio per questo motivo è importante riservare uno spazio alle recensioni di chi ha acquistato i prodotti del tuo e-commerce, con un sistema di rating chiaro e ben visibile

Le condizioni di acquisto e le norme legali 

Nell’interesse sia tuo che dei tuoi clienti, è fondamentale che sul tuo sito e-commerce siano riportati chiaramente gli aspetti legali che regolano gli acquisti online: condizioni generali di contratto, privacy e trattamento dei dati personali, diritto di recesso, modalità di gestione del reso, norme da rispettare in caso di controversie. Molto importante, da questo punto di vista, la corretta stesura della sezione Termini e condizioni del tuo e-commerce.

Le informazioni per contattare l’azienda e il servizio clienti 

Un’altra sezione molto importante è quella che riguarda i contatti e un eventuale recapito dedicato al servizio clienti: a seconda della mole di ordini e di richiesta di chiarimenti che ricevi, potrà essere necessario istituire un settore apposito per il customer care. Se invece il tuo e-commerce è ancora all’inizio e muove una quantità di ordini ancora ridotta, potrai gestire in autonomia le richieste di informazioni da parte dei tuoi clienti.

Ciò che sarà comunque necessario è che dal tuo sito risulti chiaro come contattarti sia via mail che telefonicamente. 

Come gestire testi e immagini di un sito e-commerce

Lo sviluppo della tua immagine coordinata e dei contenuti per il tuo e-commerce sono aspetti fondamentali per costruire la tua comunicazione e le tue azioni di marketing

Come accennato, dovrai realizzare un’identità visiva grazie alla quale potrai essere ricordato dai tuoi clienti, raccontare i tuoi prodotti e i cardini della tua azienda con contenuti testuali incisivi, scegliendo un tono di voce adatto ai tuoi valori e che arrivi diretto alle corde emotive del tuo pubblico. 

Per fare ciò ti consigliamo di affidarti a copywriter professionisti e a graphic designer che sappiano interpretare la personalità e i valori del tuo brand traducendoli in immagini e parole. 

Il nostro suggerimento è quello di scegliere un’identità grafica e un tono di voce riconoscibile: quando i tuoi clienti, che siano già acquisiti o ancora da fidelizzare, incontrano il tuo stile, fatto di testi e grafica, dovrai venirgli in mente tu, e solo tu! 

Come creare la scheda prodotto perfetta

Non ci stanchiamo mai di ripeterlo: il cuore del tuo e-commerce sono le schede prodotto. È nella scheda dedicata al singolo prodotto che descrivi caratteristiche, benefici e opportunità, è qui che convinci il tuo utente a comprare, ed è nella scheda prodotto che anticipi eventuali domande e necessità del tuo acquirente.

La scheda prodotto perfetta è costituita da tutte le informazioni che sono davvero necessarie per prendere una decisione di acquisto completa e consapevole, per esempio:

  • fotografie che creano un impatto visivo chiaro, coerente e gradevole. Valuta la possibilità di creare un set fotografico per comunicare i tuoi prodotti inseriti in un contesto, per ispirare i tuoi clienti e coinvolgerli in un mondo di luci, forme e colori. È poi importante che dalle fotografie si comprendano bene forma, dimensioni e caratteristiche specifiche e che, se necessario, ci sia la possibilità di ingrandire le immagini e vedere i dettagli. 
  • descrizione del prodotto, per raccontare unicità e benefici che lo contraddistinguono
  • dimensioni e informazioni sulla struttura, come altezza, larghezza, profondità, peso, spazio di ingombro, eccetera. 
  • colore e tonalità, informazioni necessarie soprattutto se si tratta di prodotti di abbigliamento, design e arredo per la casa, o prodotti beauty come make up o elementi di decoro. 
  • caratteristiche tecniche, come ad esempio materiali, texture, profumo e altri dettagli utili a far comprendere al tuo cliente la conformazione esatta del prodotto. 
  • indicazioni di utilizzo, suggerimenti utili a trasmettere idee e suggestioni per usare al meglio il prodotto acquistato. 

Non possono poi mancare il prezzo, che deve essere indicato chiaramente specialmente se varia a seconda, per esempio, delle dimensioni del prodotto, e indicazioni aggiuntive come per esempio le modalità di conservazione o lavaggio, che possono essere utili fin da subito per capire le reali caratteristiche dell’oggetto che si desidera comprare.

Come far crescere il tuo e-commerce

Come ripetiamo spesso, essere online con un ottimo sito è solo uno dei passaggi obbligati per ottenere buoni risultati dalla propria attività: gli aspetti di cui tenere presente sono davvero tanti, lo sappiamo bene, e proprio per questo la community di isendu è pronta ad affiancarti per far crescere il tuo e-commerce.

Qualunque piattaforma utilizzi – o stai valutando di utilizzare – per vendere i tuoi prodotti, e a qualunque corriere tu faccia riferimento, isendu lo integra per semplificarti il lavoro, e quindi la vita. 

Ed è così che, grazie alle funzionalità che mettiamo a tua disposizione, puoi visualizzare tutti gli ordini in un’unica dashboard, stampare rapidamente le lettere di vettura e le etichette, avere sotto controllo il tracking del pacco e gestire canali di vendita multipla.

Condividi l'articolo
Lando Barbagli

Lando Barbagli

CEO di isendu

Amo creare aziende animate da un forte senso di appartenenza.

Let’s keep in touch!

Ogni giorno siamo dalla parte
delle aziende che vendono online.
Non perderti le nostre risorse
pensate per crescere insieme.