Growth

Come elaborare una strategia social media per un e-commerce

Di Lando Barbagli /

illustrazione di Francesco Zorzi

Come elaborare una strategia social media per un e-commerce

Per aprire un profilo su un social network, ci vogliono pochi secondi e una manciata di click. Per far sì che quel profilo generi relazioni e opportunità, invece, ci vuole ben più impegno, assieme a tempo, competenze, dedizione e buona capacità di ispirarsi ai casi studio internazionali. Specialmente se hai intenzione di promuovere il nostro business e dotarci di una strategia di social media marketing che sostenga e rilanci il tuo e-commerce.

Crescere online è un percorso che si costruisce grazie alla produzione di contenuti mirati, alla costruzione di relazioni e alla promozione di servizi e prodotti che incontrano le necessità del tuo pubblico. 

I passaggi necessari sono diversi, ed è importante conoscerli per sapere come muoversi in questo mondo fatto di like, cuori, tweet e swipe up: proprio per questo, abbiamo elaborato una guida per elaborare una social media strategy per il tuo e-commerce

Ha ancora senso promuovere il proprio negozio online sui social media?

“Facebook è morto”, “I post su Instragram sono finiti”, “Twitter? Non lo usa più nessuno”: quante volte si è discusso di queste tematiche, mettendo in dubbio la rilevanza dei principali social media? Cambia il modo di comunicare, cambiano le funzionalità, si evolvono le opportunità e periodicamente sembra che alcuni social vivano alti e bassi: se questo può essere vero a livello di percezione dell’utente, i numeri sono ancora dalla parte di queste incredibili piattaforme.

Secondo il report We Are Social 2021, gli italiani trascorrono in media 1 ora e 52 minuti sui social ogni giorno, e ogni utente web ha attivato una media di 7,8 account social, e il 31,4% degli utenti utilizza questi canali per motivi di lavoro. 

Interessante anche osservare quali sono le piattaforme più adottate: YouTube, WhatsApp e Facebook superano l’80%, seguiti da Instagram, Messenger e Twitter.

A questi dati, aggiungiamo quelli riportati da Cepar, che evidenziano che il 38% dei consumatori cerca sui social informazioni su brand e prodotti, ben il 78% è influenzato dai post delle aziende e l’88% si fida più delle recensioni online che delle raccomandazioni di persona. Quindi, nonostante i ragionevoli dubbi, possiamo affermare che chi apre il proprio e-commerce non può prescindere dall’essere presente sui social: gli acquirenti online trascorrono tempo online, ed è online che assorbono ispirazioni e informazioni riguardo a prodotti e servizi.

I principali canali social media a disposizione

Come si possono quindi utilizzare i principali social media per promuovere il tuo e-commerce? Vediamolo insieme, valutando le principali caratteristiche delle piattaforme più utilizzate. 

Facebook

Oltre alla possibilità di pubblicare nel feed post e contenuti che raccontano i prodotti, la storia e i valori del brand, Facebook mette a disposizione diverse opzioni molto interessanti per promuovere un e-commerce:

  • si può inserire il proprio catalogo prodotti, e impostare promozioni per far acquistare gli utenti direttamente dal social 
  • si può collegare sul proprio sito il pixel di monitoraggio, così da registrare le abitudini degli utenti e creare campagne pubblicitarie profilate
  • si può creare dialogo con la propria community, utilizzando la pagina social – nonché Facebook Messenger – per fornire informazioni specifiche e svolgere una parte del customer care
  • si possono utilizzare le funzioni di Facebook Shop per popolare il catalogo online e vendere.

Twitter

A inizio 2021, Twitter ha annunciato che sta sperimentando la funzione carrello, proprio per fornire ai propri utenti un servizio simile a quello elaborato dai “colleghi” Facebook e Instagram. In attesa di questo plus, Twitter può essere usato con efficacia:

  • per cinguettare riguardo a prodotti e ispirazioni, condividendo foto e brevi video che focalizzano l’attenzione su un visual d’impatto
  • per creare narrazione e dibattito su temi che riguardano la propria area di mercato
  • per partecipare al dibattito che si crea ogni giorno attorno a temi di propria pertinenza
  • per fare customer care e risolvere problemi concreti dei tuoi clienti.

YouTube

Youtube è senza dubbio uno dei social con maggiori potenzialità per il tuo e-commerce. L’ideale è utilizzarlo non solo come repository di contenuti video, ma anche come una vera e propria web tv al servizio della tua azienda. In particolare:

  • si possono creare video educational, con i quali si trasmettono informazioni e cultura riguardo all’utilizzo dei prodotti 
  • si può intercettare il pre-vendita, con azioni di promozione e narrazione mirata, che il post-vendita, dando informazioni su come trarre il meglio dall’acquisto fatto 
  • si può dar voce e volto al “dietro le quinte” di un’azienda, raccontando le fasi di lavorazione di un prodotto (pensiamo a chi vende prodotti alimentari).

Inoltre, Youtube ha annunciato che sta testando la modalità di acquisto diretto, con un semplice click mentre si guarda il video, proponendo quindi un’esperienza sempre più interattiva. 

Instagram

Instagram è il social ispirazionale per eccellenza: i veri appassionati di questo mondo, utilizzano Instagram per immaginare il proprio stile di vita e scegliere con quali prodotti e servizi potranno realizzarlo, anche facendosi ispirare (o meglio, influenzare) dagli influencer, particolarmente attivi su questo canale. 

Utilizzare Instagram come piattaforma di vendita è quindi una buona scelta per diversi motivi:

  • innanzitutto perché mette a disposizione la funzione shopping, con la quale si può cliccare direttamente su una foto per accedere alla pagina di acquisto del prodotto
  • si possono poi attivare progetti di influencer marketing, coltivando in modo strategico e corretto le proprie digital PR
  • da non sottovalutare poi strumenti come le Guide Instagram, che permettono di raccontare contenuti in brevi carrellate di foto e immagini e archiviarle comodamente 
  • similmente a Youtube, Instagram consente di registrare video tramite IgTV, che possono poi essere sfruttati per promuovere, fornire consigli e raccontare esperienze di utilizzo dei prodotti. 

Pinterest

Pinterest è il social delle immagini, scelto soprattutto da chi ama cercare ispirazione visuale. Può essere un veicolo molto interessante specialmente se il tuo e-commerce è in settori come arredamento, design, abbigliamento e moda online, per focalizzare l’attenzione sulla qualità iconografica dei prodotti. 

LinkedIn

Se è vero che LinkedIn nasce per la condivisione tra professionisti, è vero anche che i professionisti possono essere potenziali clienti del tuo e-commerce: puoi quindi realizzare una pagina aziendale e utilizzarla per pubblicare aggiornamenti e contenuti che creano cultura e dibattito sul mondo di cui fanno parte i tuoi prodotti, dialogando con gli stakeholder del tuo ambiente per ampliare la tua rete di relazioni, partner e clienti. 

Gli elementi di una strategia di promozione basata sui social media

Ora che abbiamo visto quali caratteristiche dei principali social possono essere vincenti per promuovere uno shop online. 

Proprio come suggerisce questo utile articolo pubblicato da Hootsuite, più specifica sarà la tua strategia social, più sarà efficace: approfondiamo quindi in una guida pratica e schematica i passaggi necessari per costruire una strategia di promozione e digital marketing per il tuo e-commerce.

Definire gli obiettivi

Il primo elemento di un’efficace piano di marketing sui social network è senza dubbio la definizione dei tuoi obiettivi. Per esempio, buoni focus da porsi possono essere:

  • ottimizzare le vendite, aumentando sia il numero dei prodotti venduti che la quantità nel carrello medio 
  • effettuare un’azione di retargeting, raggiungendo quindi un pubblico più mirato 
  • incrementare le visite al sito e condurre l’utente ad effettuare il click finale di acquisto 
  • avendolo già convinto precedentemente grazie ai contenuti veicolati sui social 
  • fidelizzare il tuo pubblico e aumentare gli utenti di ritorno che acquistano nuovamente.

Definire il tuo pubblico

Per raggiungere gli obiettivi, sarà necessario elaborare le azioni di social media marketing in base alla profilazione del pubblico. Per farlo è fondamentale aver studiato il proprio target tramite lo sviluppo delle buyer personas, ovvero la descrizione di ogni specifica categoria di cliente, proprio come se fosse una persona reale.

Per esempio, si darà alla buyer persona un nome, un’età, si descriverà il suo percorso professionale, si daranno informazioni su come trascorre il proprio tempo, e si definiranno anche i suoi sogni, paure e abitudini. Accanto a tutto questo, si descriveranno anche le sue abitudini di acquisto, per individuare con attenzione da cosa è animato nel momento in cui prende le sue decisioni online

Una buona definizione delle buyer personas permette di avere una visione d’insieme chiara sul target che frequenta il tuo e-commerce, e compiere quindi scelte strategiche. 

Definire i key message

I key message sono i focus principali delle informazioni che desideri veicolare al tuo pubblico, e che i tuoi clienti devono quindi ascoltare, comprendere e ricordare. In base ai key message, i tuoi clienti prenderanno le decisioni di acquisto e, proprio per questo, è importante individuare messaggi chiari, efficaci e sintetici.

Ecco alcuni consigli per identificare i messaggi chiave del tuo business:

  • chiarisci in brevi frasi ad impatto cosa fai, perché lo fai in cosa ti distingui dagli altri e quali valore offri alla tua tua community
  • focalizza il tuo pubblico utilizzando le buyer personas
  • isola i principali problemi e necessità del tuo pubblico
  • associa ad ogni problema la soluzione che proponi.

Ora sei pronto per elaborare i tuoi messaggi: saranno le linee guida su cui impostare la content strategy sui social. 

Individuare i contenuti giusti

Quali sono i contenuti giusti per raccontare il proprio e-commerce sui social media? Un contenuto è particolarmente efficace quando parla nel modo giusto al pubblico giusto, ovvero:

  • è coerente con la personalità del brand
  • è formulato con la forma idonea al pubblico e al social di riferimento: può essere un testo, un’immagine, un video, eccetera
  • ha un tono di voce e una visual identity riconoscibile 
  • va a toccare emozioni e necessità del pubblico di riferimento
  • è originale e personalizzato, e racconta quindi l’unicità del tuo negozio online. 

Decidere quali canali utilizzare e con quali contenuti 

Come accennato, ogni canale social ha i suoi contenuti dedicati, ed è quindi molto importante adottare strategie diverse, permettendo agli utenti di viaggiare tra i vari social per usufruire di contenuti differenti. 

Inoltre, ogni social è una via di accesso a nuovi clienti: non è quindi detto che chi segue la tua pagina su Facebook sia anche all’interno della tua community su Instagram, e viceversa.

Proprio per questo motivo, ogni luogo ha il suo linguaggio ed elaborare una buona strategia digitale per e-commerce ti permetterà di confezionare materiale specifico ed originale per ognuno degli ambienti che decidi di presidiare. 

Misurare i risultati in base agli obiettivi prefissati all’inizio

Proprio come spiegato anche in questo articolo su Sprout Social, la misurazione dei dati è ciò che ti permette di capire se i tuoi sforzi sono andati a buon fine. Tutti i social network mettono a disposizione report e analytics sui quali si possono effettuare analisi accurate.

I social network infatti, non sono solo questione di “numeri di follower” o “fan base”, ma anche di engagement, conversione delle azioni sui link, visualizzazione dei post e interazioni che generano dialogo e traffico sul tuo sito

Per avere una panoramica completa su tutti questi aspetti, è necessario accedere ai dati di insight: in generale, il nostro consiglio è di controllare le performance degli ambienti online dove sei presente almeno una volta al mese, e prendere le decisioni future anche in base ai numeri che ti trovi davanti. 

Ottimizzare la strategia

Come ripetiamo sempre, le strategie efficaci sono strategie integrate. Questo significa che, qualunque sia il piano di marketing social che metti in campo, le decisioni che prendi dovranno essere considerate in un’ottica più ampia, tenendo presente quindi i tuoi obiettivi di crescita, le tue previsioni di vendita, l’investimento che riesci a stanziare e le risorse che puoi dedicare a ogni ambiente online. 

Per fare ciò, ti consigliamo di partire proprio dal business plan per il tuo e-commerce, lo strumento che sintetizza le caratteristiche e la progettualità della tua azienda. 

Cinque consigli per elaborare una corretta strategia di promozione sui social media

Ora che hai sicuramente una panoramica più completa su cosa significa sviluppare una social media strategy, ecco  i nostri cinque consigli per promuoverti al meglio:

  • scegli con cura quali social presidiare: non è necessario che tu sia attivo ovunque, valuta con attenzione i canali da cui partire e concentrati su quelli 
  • trova il tuo stile, e produci contenuti unici ed originali anche dal punto di vista della grafica e dell’impaginazione: nel mare magnum dei social, ogni volta in cui un utente, scorrendo il feed si imbatterà in tuo prodotto, lo riconoscerà immediatamente 
  • elabora un piano editoriale social con il quale avrai sempre sotto controllo i contenuti da pubblicare e saprai come collegarli con le altre piattaforme a tua disposizione
  • sì al piano editoriale, ma mai essere troppo rigidi: se misurando le performance ottenute ti rendi conto che è necessario cambiare rotta, non temere e ricalibra la tua strategia e i contenuti
  • ricorda che i social network sono prima di tutto un ambiente di dialogo e confronto, dove è fondamentale adottare un atteggiamento rispettoso ed etico. 

Come usare il social media advertising per promuovere il proprio e-commerce

La pubblicità sui social media è un’opportunità di crescita per il tuo business online: i social permettono infatti di impostare campagne promozionali mirate a determinati segmenti di pubblico, e di intercettare quindi uno specifico target, proporre la conversione di azioni, raccogliere dati, etc. 

In particolare, può essere interessante valutare di posizionarsi con Facebook Ads – e quindi su Instagram Ads, perché i due social sono “fratelli” – il sistema promozionale di Facebook, che permette di comparire con inserzioni nel feed e nelle Stories. Tramite la suite pubblicitaria di Facebook, si possono definire i dettagli delle campagne, impostare la tipologia di pubblico che si vuole raggiungere, strutturare A/B test, eccetera.

Altro strumento promozionale da valutare è LinkedIn Ads, efficace soprattutto per azioni di lead generation: la pubblicità su LinkedIn permette di entrare in contatto direttamente con i tuoi clienti, profilandoli in base alle loro esperienze professionali. 

Quindi, se le tue personas si muovono anche su LinkedIn, perché non valutare anche questo canale?

Social media e e-commerce: i migliori esempi di promozione attraverso i social media

Cosa c’è di meglio che studiare con attenzione chi usa bene i propri canali social, per prendere spunto e muoversi con più consapevolezza? Abbiamo selezionato alcune best practice, per corredare la nostra guida alla social media strategy con alcuni esempi pratici. 

Dischidaappendere è un negozio online che vende poster ispirate a copertine di dischi e canzoni, realizzate con una grafica davvero grintosa: questo e-commerce si muove su Instagram in maniera molto interessante, evidenziando al massimo la potenza visual dei suoi prodotti. Altro shop che si è ritagliato una nicchia molto esclusiva su questo social è Agikt Shop, e-commerce di delizie handmade, prodotti per la casa e pezzi vintage di qualità che utilizza con efficienza anche la funzione di Instagram Shopping

Una case history interessante su Facebook è Telki Milano, shop che vende prodotti di arredo made in Italy ispirati a forme ceramiche, piastrelle e iconografia geometrica del nostro Paese: Telki si rivolge a un pubblico giovane, e si muove quindi con potenza sui principali social, incontrando gli utenti con narrazioni e ispirazioni. Su Facebook ha organizzato molto bene la sezione shop, così da offrire un’esperienza di vendita rapida e piacevole.  

Cortilia, e-commerce di prodotti alimentari provenienti da produttori agricoli, è molto attivo anche su Linkedin: su questo canale, l’azienda incontra partner, clienti e professionisti del mondo agroalimentare, e diffonde cultura sui temi di alimentazione e sostenibilità. 

Su Youtube incontriamo poi Velasca, realtà italiana che produce scarpe fatte a mano dedicate a un pubblico young e medio-spendente, che viene raggiunto anche tramite video brevi e ispirazionali che forniscono un’esperienza immersiva, un vero e proprio viaggio nella qualità offerta dall’azienda. 

Eh sì, per aprire un profilo sui social bastano pochi attimi ma, come abbiamo visto, per potenziarlo al massimo ci vuole tempo per studiare una buona strategia e imparare a metterla in pratica. Ora, grazie alla nostra guida, puoi avere le idee più chiare e una buona dose di ispirazione in tasca! 

Condividi questo articolo

Scritto da

Lando Barbagli

Lando Barbagli
CEO di isendu

Amo creare aziende animate da un forte senso di appartenenza.

Let’s keep in touch!

Ogni giorno siamo dalla parte
delle aziende che vendono online.
Non perderti le nostre risorse
pensate per crescere insieme.