Vendere su Instagram: da dove iniziare e come organizzare tutti gli aspetti pratici

Canali, Vendere online

Di Marco Pericci /

illustrazione di Francesco Zorzi

Vendere su Instagram: da dove iniziare e come organizzare tutti gli aspetti pratici

Ogni vendita andata a buon fine prende le mosse da una vetrina: questo è vero per lo shop fisico e lo è ancor di più quando si tratta di shop virtuale: va da sé che un e-commerce che funziona bene deve molto del suo successo a una vetrina ben costruita e, sempre più spesso, ad accoglierla sono i social network, che diventano preziosi alleati degli store digitali. 

Su questo fronte Instagram gioca un ruolo di primo piano. 

Per questo motivo, anche a causa di numerose richieste pervenuteci nelle scorse settimane, abbiamo pensato di scrivere la guida completa per vendere su Instagram.

Cosa serve per iniziare a vendere su Instagram 

La formula con cui il popolare social network è approdato nel mondo delle vendite online è Instagram Shopping

Dal 2018 negli Stati Uniti e dall’anno successivo in Italia, grazie a questa formula è possibile far crescere il proprio business e promuovere i propri prodotti creando delle vere e proprie inserzioni collegate ai prodotti sui propri canali di vendita online. 

Come vedremo più avanti, infatti, la vendita diretta sulla piattaforma è al momento ancora in fase sperimentale negli Usa e solo per alcuni brand.

La soluzione business ha un grande potenziale per l’e-commerce, si stima infatti che gli utenti di Instagram siano particolarmente sensibili ai contenuti proposti dai brand: nel 2015 il 62% degli iscritti alla piattaforma seguiva il profilo di almeno un marchio (dato Iconosquare) e rispetto agli altri social media, Instagram raggiunge una percentuale di coinvolgimento degli utenti pari al 4,21%, a fronte dello 0,1% raggiunto dai 7 principali network social (fonte Forrester).

Ecco perché, che si abbia un marchio ben avviato o semplicemente un piccolo laboratorio artistico, quando si decide di approdare su Instagram shopping la parola d’ordine è comunicare bene. 

Il primo passaggio è farsi notare. Per farlo bisognerà investire su immagini e contenuti di qualità

Sarà inoltre fondamentale prendersi del tempo per lavorare sul merchandising e sul modo in cui l’identità del marchio andrà a incontrare la community di Instagram

Instagram Shopping e Facebook Shops: quando l’e-commerce si fa social!

Instagram Shops non è l’unica piattaforma di casa Facebook dedicata alle vendite online: il social network di Zuckerberg e soci, infatti, ha creato anche Facebook Shops, vetrina digitale che permette di valorizzare il catalogo, inserire prodotti in evidenza e creare un’esperienza di acquisto integrata funzionante sia su Facebook sia su Instagram. La promessa di poter fare acquisti senza mai uscire dal social network, insomma, è realtà: anche dal punto di vista dei pagamenti, che con tutta probabilità saranno gestiti attraverso Facebook Pay, metodo di pagamento che ricalca i già esistenti Google Pay, Apple Pay o Paypal e sottolinea – come se ce ne fosse bisogno – quanto sia forte l’interesse dei grandi player, ma anche accanita la battaglia, nel settore dei pagamenti online.  

Come si apre un account Instagram business 

Una volta deciso di lanciare il tuo shop anche su Instagram, la prima cosa da fare sarà dotarci di un account business, quello cioè che Instagram riserva alle aziende. 

Questo tipo di profilo avrà bisogno a sua volta di una pagina Facebook a cui appoggiarsi. Agli utenti business Instagram offre alcune opzioni aggiuntive: è il caso, ad esempio, degli insight che forniscono informazioni sulle abitudini dei propri follower e sulle performance dei post

Il profilo riservato alle aziende è concepito in modo da contenere informazioni specifiche sul marchio e permette di promuovere il brand. 

Vediamo come impostare un account business:

  • Accedere al proprio profilo dall’app di Instagram su smartphone e tablet
  • cliccare il menu in alto a destra (quello con le tre linee orizzontali);
  • Selezionare Impostazioni;
  • Cliccare sul tasto Account;
  • toccare Passa a un account professionale;
  • selezionare Azienda;
  • Associare l’account business a una pagina Facebook abbinata all’azienda;
  • Aggiungere dettagli relativi all’azienda (categoria di riferimento e contatto);
  • Cliccare su Fine

Shopping su Instagram: prodotti, tag, acquisti 

La funzione Shopping di Instagram, disponibile una volta attivato l’account business, consente di utilizzare i tag per inserire nei post informazioni e dettagli funzionali all’acquisto: è questo il modo migliore per accompagnare i follower alla scoperta dei prodotti. 

Il meccanismo è questo: chi visita il profilo abbinato al tuo brand può aprire una foto che magari ha attirato la sua attenzione e, a questo punto, il sistema segnala la presenza di prodotti acquistabili

Un clic su questo messaggio farà comparire le informazioni relative al prodotto, come ad esempio il prezzo. Toccando l’articolo apparirà una finestra con l’opzione Acquista che guiderà il potenziale acquirente direttamente al sito web, dove sarà possibile portare a termine l’operazione.

Come attivare la funzionalità shopping 

Dopo aver esplorato le funzionalità di Instagram Shopping, vediamo ora come attivarle. 

  • Accedere all’account della propria azienda;
  • cliccare su Impostazioni;
  • selezionare Azienda e poi Impostazioni;
  • cliccare sul catalogo prodotti della pagina Facebook collegata all’account. 

Dopo aver caricato il catalogo prodotti, accompagnato dalla relativa descrizione e dalle informazioni su prezzo e modalità di acquisto, sarà necessario attendere che il team di Instagram revisioni e approvi l’account, la risposta di solito arriva entro qualche giorno attraverso una notifica.

Come taggare un prodotto in un post di Instagram 

Vediamo ora come usare i tag per mettere in evidenza i nostri prodotti nelle foto e creare gli shoppable post.

Ecco i passaggi:

  • Selezionare Aggiungi foto;
  • inserire una didascalia;
  • selezionare Tagga i prodotti;
  • toccare la foto;
  • cercare un prodotto e selezionarlo;
  • Cliccare su Fine;
  • Condividere 

Affinchè il sistema generi in automatico una scheda shop è necessario creare nove shoppable post.

Come gestire il percorso d’acquisto dell’utente 

Sebbene negli Usa sia già in corso il test della funzione Checkout, che consente di perfezionare l’acquisto direttamente su Instagram, al momento per i brand che operano al di fuori del mercato americano il processo di acquisto dell’utente viene gestito attraverso Facebook Shops, la sezione di Facebook e Instagram in cui gli utenti possono sfogliare il catalogo dei prodotti ed eventualmente acquistarli. 

Questo sistema presuppone cheil profilo Instagram sia collegato allo shop su Facebook, che a sua volta dovrà essere configurato in Gestore delle vendite, la piattaforma che gestisce inventario e vendite sia su Facebook che su Instagram.

La transazione, come abbiamo detto, avviene concretamente sul sito web aziendale oppure attraverso un contatto diretto via messaggio. 

Come gestire pagamenti e spedizioni 

Alla luce di questo sistema, che collega gli shoppable post di Instagram a Facebook shops e fa confluire la vendita vera e propria sullo shop aziendale, anche pagamenti e spedizioni saranno gestiti attraverso lo store online, oppure tramite il marketplace con cui si gestisce il proprio e-commerce. 

Questo implica un elevato livello di complessità: tenerlo sotto controllo è importante per mantenere alto lo standard del servizio offerto e per farlo può essere utile affidarsi a un buon gestionale e-commerce.

Perché automatizzare le spedizioni del tuo e-commerce 

Chi promuove i propri prodotti su Instagram molto spesso dispone di più canali di vendita: di qui nasce l’esigenza di semplificare il più possibile la logistica

Su questo fronte un grosso aiuto arriva da isendu, la soluzione nata per aiutare gli e-commerce ad automatizzare le spedizioni

Affidandosi alle integrazioni di isendu, infatti, è possibile connettere tutti i propri marketplace con le piattaforme dei corrieri gestendo tutto da un’unica dashboard: il sistema caricherà automaticamente tutti gli ordini generando in pochi passaggi le etichette di spedizione e le lettere di vettura. 

Isendu consente, inoltre di monitorare le consegne e gestire i resi, il tutto attraverso un’unica piattaforma che in più offre servizi di consulenza sul fronte del marketing e della customer satisfaction.

Leggi anche: che cos’è la lettera di vettura

Instagram marketing: come promuoversi e trovare nuovi clienti 

Una volta che l’account business è avviato e siamo entrati nella logica degli strumenti che il social delle foto (un tempo) quadrate mette a disposizione, potremo concentrarci su come promuovere il brand

Per farlo sarà fondamentale avere una strategia di marketing

Dando per assunto che l’obiettivo sia promuovere e vendere i nostri prodotti, sarà importante stabilire a quale pubblico intendiamo rivolgerci, cercando di intercettarne gusto e valori estetici. 

Per farlo sarà importante curare la descrizione della propria azienda, rendere il proprio brand ben riconoscibile, magari usando il logo nell’immagine del profilo e posizionare un link nelle sezione dedicata alle informazioni in modo da creare un rimando alla propria homepage.

In generale perché il profilo dello shop su Instagram sia efficace, vale la pena di ricordare alcuni accorgimenti di base:

  • Pubblicare con cadenza regolare post dedicati ai propri prodotti;
  • Usare gli hashtag in modo strategico;
  • Interagire con la community;
  • Cercare di utilizzare soggetti e palette colori in modo armonico, in modo da creare la massima armonia visiva.

Il supporto di isendu per la crescita del tuo e-commerce

Oggi chi gestisce un portale di vendite online ha un grosso problema: risparmiare tempo, risorse ed energie per crescere, promuoversi e rilanciare la propria attività commerciale all’interno di un contesto economico pieno di prospettive e opportunità, ma anche di rischi concreti. 

L’aiuto che isendu può fornire non è solo tecnologico. 

Certo, connettere tutti i canali di vendita digitali con i siti web dei corrieri espressi è la funzionalità più richiesta e apprezzata dagli e-commerce italiani. Sempre più imprenditori ci chiedono un cruscotto unico attraverso cui gestire tutte le spedizioni del proprio negozio online. 

Trovo sia un ottimo segno, anche perché testimonia una maggiore consapevolezza in merito alle dinamiche del mercato: la forza strategica delle spedizioni online, intese come elemento che aiuta gli e-commerce a crescere, sta cominciando a prendere piede in Italia. Da questo punto di vista, ho l’orgoglio di dire che isendu è uno strumento all’avanguardia che ha saputo interpretare in anticipo i bisogni degli e-commerce e oggi si presenta come valido alleato del tuo business.

Lo dimostra anche il crescente interesse per isendu Premium, l’ecosistema che aiuta gli e-commerce a crescere e a fare business, graziea contenuti dedicati, una mentorship dedicata, packaging personalizzato, Q&A settimanale con un esperto e molto altro ancora. 

Il nostro obiettivo è molto chiaro: vogliamo aiutarti a migliorare il modo in cui gestisci il tuo e-commerce e a impostare una strategia chiara nei confronti dei tuoi clienti. Per farlo, mettiamo a tua disposizione know-how, strumenti, assistenza e un network di partner al tuo servizio.

Condividi l'articolo
Marco Pericci

Marco Pericci

Head of Growth

Esploratore di utenti. Sogno un mondo in cui l’Automazione renda felice l’Uomo

Let’s keep in touch!

Ogni giorno siamo dalla parte
delle aziende che vendono online.
Non perderti le nostre risorse
pensate per crescere insieme.