Vendere su Trovaprezzi: guida per e-commerce al comparatore

Canali, Vendere online

Di Marco Pericci /

illustrazione di Francesco Zorzi

Vendere su Trovaprezzi: guida per e-commerce al comparatore

Il lancio di uno shop online porta con sé sempre una buona dose di incognite legate soprattutto alla visibilità di cui il marketplace dovrà godere per far sì che un numero crescente di potenziali acquirenti approdi sul catalogo prodotti e completi l’acquisto. 

Per assicurare al proprio store online un buon traffico può essere utile puntare su un comparatore di prezzi, un investimento che può rivelarsi strategico per incrementare le vendite. 

Se anche tu stai valutando di approdare su un sito di comparazione e hai bisogno di informazioni per iniziare a vendere su trovaprezzi.it, continua a leggere, questo è il post che fa per te.

Cos’è Trovaprezzi e come funziona 

Trovaprezzi.it nasce nel 2002 sulla scia del fermento che il mondo delle vendite online, all’epoca ai suoi esordi, portava con sé. Oggi il sito di comparazione prezzi di 7pixel S.r.l. è ai primi posti in Italia tra le piattaforme che offrono agli utenti la possibilità di confrontare le offerte provenienti da migliaia di shop online.

Con trovaprezzi.it la platea di potenziali acquirenti ha la possibilità di individuare il prodotto più in linea con le proprie esigenze tra 18 milioni di offerte provenienti da oltre 3mila negozi affiliati.

Un servizio vantaggioso per l’utente e strategico per gli e-commerce che in questo modo hanno la possibilità di accendere i riflettori sulla propria vetrina nella miriade di marketpalce concorrenti.

Per i retailer il meccanismo di funzionamento alla base di Trovaprezzi simile a quello che regola le altre piattaforme nate con la stessa funzione: 

dopo aver deciso di inserire il proprio store sul sito si invia una richiesta di contatto commerciale al team che gestisce la piattaforma, di solito si compila un form indicando tutti i dati dell’e-commerce che si intende affiliare al sito.

Sarà lo staff di Trovaprezzi a ricontattare il retailer per fornirgli tutte le informazioni necessarie.

Sul fronte costi anche Trovaprezzi funziona sulla base del metodo pay per click: l’addebito avviene per ogni utente reindirizzato sul sito web del venditore, a prescindere dal perfezionamento dell’acquisto. 

Ogni click costa all’inserzionista mediamente 13 centesimi, un investimento che può essere comunque tenuto sotto controllo, il venditore, infatti, può stabilire in partenza il budget a disposizione: una volta esaurito, la piattaforma provvede semplicemente a rimuovere il catalogo. 

Perché promuovere i propri prodotti sul comparatore Trovaprezzi

Tra i vantaggi legati alla promozione di un e-commerce sui siti come Trovaprezzi c’è, evidentemente, la visibilità che consente, soprattutto ai nuovi store, di raggiungere una platea di utenti numericamente importante

I retailer che si affidano alla piattaforma possono beneficiare di un ottimo posizionamento sulla SERP di Google e possono aumentare sensibilmente il numero di visite del proprio shop online grazie alla reputazione di cui gode Trovaprezzi: la community della rete considera il sito un punto di  riferimento nel panorama dei comparatori di prezzo (insieme a Kelkoo).

Un altro aspetto che gli inserzionisti valutano positivamente è la possibilità di creare un catalogo di prodotti per una categoria merceologica ben precisa senza necessariamente caricare l’intero catalogo, una soluzione che consente di fare un investimento specifico su determinarti articoli, magari di nicchia.

Chi può promuoversi tramite Trovaprezzi 

In generale la piattaforma di Trovaprezzi si rivolge tanto ai piccoli retailer quanto ai brand più rinomati, d’altra parte l’esigenza di un buon posizionamento sul web è cruciale per chiunque gestisca un negozio online: raggiungere un’ampia platea di potenziali acquirenti può davvero fare la differenza sulla strada del successo.

Sebbene la piattaforma non preveda limiti all’iscrizione, l’aspirante inserzionista dovrà accertarsi che il proprio sito risponda a questi requisiti:

  1. deve essere dotato di una sezione e-commerce con carrello virtuale;
  2. deve riportare i dati societari: Partita IVA, Ragione sociale, indirizzo della sede legale della società, recapiti telefonici;
  3. deve esplicitare il riferimento alla normativa vigente in materia di protezione dei dati personali;
  4. deve indicare un richiamo alla normativa in materia di diritto di recesso a favore dei consumatori;
  5. deve illustrare le condizioni di vendita in conformità al Codice del Consumo.

Come inserire i propri prodotti su Trovaprezzi 

Per un e-commerce in procinto di diventare inserzionista su Trovaprezzi il passaggio chiave è la creazione del feed dedicato ai prodotti presenti sul proprio sito: su questo fronte il venditore riceve supporto dal team commerciale della piattaforma che, dopo il primo contatto, fornisce all’inserzionista tutte le informazioni per portare a termine questa operazione.  

In generale, come accade per gli altri siti di comparazione prezzi, il venditore produce un file con l’elenco dei prodotti e lo staff di Trovaprezzi provvede a illustrargli le modalità per esportarlo sulla piattaforma.

Fatti aiutare da isendu per far crescere il tuo e-commerce

Dare impulso al proprio negozio online significa investire su una strategia di promozione: in questi casi è fondamentale incrementare il traffico del proprio store grazie ai siti comparatori di prezzo. Far crescere un business online significa anche puntare su una gestione innovativa: se anche tu sei in cerca di un approccio nuovo al mondo dell’e-commerce, non ti resta che scoprire la formula di isendu.

La piattaforma, nata con l’obiettivo di affiancare gli e-commerce nel processo di crescita, ti aiuterà ad automatizzare le spedizioni connettendo tutti i tuoi canali di vendita con i corrieri espresi.

Sarà così possibile semplificare e automatizzare il flusso di vendita: con pochi click riuscirai a connettere i corrieri con tutte le tue piattaforme e potrai generare le lettere di vettura in modo facile e preciso. 

Isendu, inoltre, ti offre un servizio di tracking degli ordini sincronizzato in tempo reale con il vettore che ha in carico la spedizione: in questo modo avrai la possibilità di aggiornare i clienti sullo stato di avanzamento dell’ordine, ti basterà una semplice e-mail che si rivelerà utile per suggerire prodotti correlati o per fare upselling.

Isendu supporterà, inoltre, la tua attività mettendo in campo un approccio data-driven e puntando sull’uso strategico degli analytics. 

Questo strumento ti permetterà di avere sotto controllo tutti i dati, non solo quelli relativi al magazzino, ma anche quelli che offrono una visione completa delle abitudini di acquisto dei tuoi clienti: sarai così in grado di garantire sempre un servizio costruito ad hoc sulle loro esigenze. 

Con isendu, poi, potrai avvalerti di una rete di partner specializzati che ti affiancheranno nella messa a puntodella tua strategia di e-commerce, offrendoti consulenze e supporto in diversi ambiti, dal packaging al marketing, passando per gli aspetti legali e la tecnologia.

Condividi l'articolo
Marco Pericci

Marco Pericci

Head of Growth

Esploratore di utenti. Sogno un mondo in cui l’Automazione renda felice l’Uomo

Let’s keep in touch!

Ogni giorno siamo dalla parte
delle aziende che vendono online.
Non perderti le nostre risorse
pensate per crescere insieme.